POZZUOLI – Una giornata all’insegna della solidarietà e alla riscoperta delle bellezze archeologiche della città di Pozzuoli. E’ stato questo il leitmotiv del sabato rotariano andato in scena nel capoluogo flegreo, dove si è celebrata la “Giornata mondiale della Polio 2015”. Una manifestazione organizzata dal “Rotary Club Pozzuoli” che insieme a tutti i Rotary Club del mondo ha raccolto fondi per la lotta alla Poliomelite. Per l’evento, che da 30 anni ricorre a cavallo tra il 23 e il 24 ottobre, il Rotary puteolano ha organizzato un mini tour con tappa presso i maggiori siti archeologici presenti nei Campi Flegrei: l’Anfiteatro Flavio e lo Stadio Antonio Pio. In tutto circa 50 partecipanti, alcuni dei quali giunti in bici, che hanno ammirato i due siti la cui storia è stata raccontata dalle guide del “Gruppo Archeologico dei Campi Flegrei”

SODDISFAZIONE – «Sono felice per aver organizzato a Pozzuoli, nella mia città, una manifestazione che ha sposato i valori della solidarietà, della storia e della cultura – ha spiegato il presidente del Rotary Pozzuoli, Sergio Di Bonito – Una possibilità che ci è stata data grazie alla disponibilità della Sovrintendente Costanza Gialanella a cui va il mio ringraziamento. Allo stesso tempo mi preme ringraziare anche Raffaella, Francesco, Ilaria e Tonia, che hanno fatto da guida a tutti noi, e alla loro presidente, Annamaria Attore». Soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente della Commissione Rotary Fondation, Guido Parlato «Sono oltre due miliardi le persone vaccinate e il fenomeno si è abbassato del 99% grazie all’impegno del Rotary – ha aggiunto Parlato – in Africa il problema è stato sradicato, restano appena 50 casi in Afghanistan e Pakistan che per motivi logistici sono difficili da raggiungere. Un grande traguardo che non può che renderci felici e soddisfatti». Infine la giornata si è conclusa con un aperitivo con panorama mozzafiato allo Chalet 2.0.