POZZUOLI – Ore 7.54 del mattino. A Pozzuoli c’è chi è ancora a letto e chi, invece, è già operativo. A un tratto si avverte un boato, poi la scossa. Il tutto nel giro di pochi secondi. I lampadari oscillano, i vetri delle finestre tremano. Chi sta ancora dormendo, stropiccia gli occhi e si alza. I sismografi dell’Osservatorio Vesuviano registrano una scossa di terremoto di magnitudo 1.6 della scala Richter. L’epicentro è stato localizzato ad Agnano-Pisciarelli. È infatti soprattutto nella zona alta di Pozzuoli che i cittadini hanno dichiarato di aver avvertito il movimento tellurico. Alcune segnalazioni arrivano anche dal quartiere napoletano di Bagnoli.

IL BOLLETTINO – Nella settimana dal 21 al 27 giugno nell’area dei Campi Flegrei sono stati registrati 17 terremoti di bassa energia. È quanto risulta dal bollettino settimanale dell’Osservatorio Vesuviano. La velocità media del sollevamento da settembre 2020 è di 13±2 mm/mese. Il sollevamento registrato alla stazione GPS di RITE è di circa 76 centimetri a partire da gennaio 2011.