12213515truffa-anzianaPOZZUOLI – Si è finto amico del figlio e l’ha truffata portandole via tutti i soldi che aveva in casa, perfino un salvadanaio con i risparmi che dovevano servire per acquistare i regali natalizi ai nipotini. Con una finta richiesta di denaro che sarebbe servita per aiutare il figlio a vincere una causa, il truffatore si è fatto consegnare dalla donna 3mila euro per poi dileguarsi nel nulla. La vittima si chiama Lucia, 74 enne di Pozzuoli. L’anziana qualche giorno fa stava andando a casa della figlia Angela quando è stata fermata da un uomo che si è finto amico del figlio. Giunta nei pressi del “Carmine” per prendere il bus, è stata avvicinata da un giovane che si è presentato come amico del figlio di cui conosceva nome e cognome.

LA RICHIESTA – «C’è bisogno di 3mila euro da dare all’avvocato per sbloccare la causa di vostro figlio. Appena li pagherà avrà la possibilità di ottenere i 18mila euro di risarcimento» sono state le parole dell’uomo che con fare sicuro ha convinto  la donna a salire in macchina e ad andare a casa a prendere i soldi. Durante il tragitto il truffatore ha detto all’anziana di non ricordare il nome del marito che di lì a poco avrebbe incontrato nella loro abitazione. Poi una volta giunti a casa lo ha chiamato per nome abbracciandolo e baciandolo. per allontanare ogni sospetto e per rendere più credibile la sua richiesta ha finto una telefonata facendo credere ai coniugi di essere in contatto con il figlio. «Ha passato il telefono a mia mamma, dall’altra parte c’era un uomo che ha detto poche parole che nemmeno ha capito. Poi ha staccato e quando mia madre ha chiesto di ritelefonare ha detto che non era cosa parlare a telefono di affari così delicati» spiega Angela, la figlia della coppia.

SCOMPARSO DOPO AVER PRESO I SOLDI – A quel punto i due anziani, convinti dall’apparente “buonafede” dell’uomo, hanno consegnato nelle sue mani circa 1500 euro che avevano in casa. Soldi delle pensioni che servivano per portare avanti la casa. Non contento l’uomo ha chiesto ulteriori soldi «Signora non avete più niente?»; e l’anziana «Ho i soldi nel salvadanaio ma sono tutte monete»; e lui: «Non c’è problema, datemeli tutti». Così dopo aver preso soldi e salvadanaio si è offerto di accompagnare la 74enne a casa della figlia ma percorsi pochi chilometri l’ha invitata a scendere perché doveva scappare dal finto avvocato. A quel punto l’anziana ha chiamato a casa della figlia che si è messa in contatto col fratello facendo l’amara scoperta. Il fatto è stato denunciato ai carabinieri che stanno cercando di risalire all’autore della truffa che si muove al volante di una y10 elefantino.