incidente espositoPOZZUOLI – Biagio Esposito non ce l’ha fatta. Il 25enne rimasto gravemente ferito in un incidente stradale a Monterusciello è deceduto questa mattina all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli dopo aver combattuto per 16 giorni contro la morte. Il giovane la sera del 2 novembre scorso era giunto al nosocomio flegreo in condizioni disperate a causa di gravi ferite alla testa e in varie parti del corpo. Il Pm che indaga sulla tragedia nella tarda mattinata di oggi ha disposto il sequestro della salma e l’autopsia che sarà effettuata nelle prossime 24 ore presso il Secondo Policlinico di Napoli.

Incidente (2)
Il luogo della tragedia

LA TRAGEDIA – Quella maledetta sera Biagio era in sella alla sua moto (una Yamaha) insieme all’amico 23enne, Francesco V., quando, all’altezza del civico 11 di via Modigliani, rimasero coinvolti in uno schianto con un’auto che stava per svoltare. Il veicolo (alla guida del quale c’era una donna) saliva verso l’incrocio mentre i due giovani scendevano verso via Monterusciello. Il 25enne, alla guida del mezzo, finì a circa 20 metri dal punto dell’impatto mentre il 23enne, che si trovava sul sedile posteriore, a circa 40 metri. Ma ad avere la peggio fu Biagio che batté la testa sull’asfalto. Le condizioni del 25enne apparvero subito gravi, meno gravi invece quelle dell’amico.

officina Monterusciello
L’officina della famiglia Esposito dove Biagio e l’amico lavoravano

I SOCCORSI – Ma quel maledetto lunedì sera fu contraddistinto anche dalle polemiche sull’arrivo dei soccorsi, giunti sul posto alle 19.59 quando, stando al racconto dei testimoni, l’incidente sarebbe avvenuto in un orario compreso tra le 19.20 e le 19.30. A testimoniarlo anche le numerose telefonate partite in quegli orari dai cellulari dai residenti e dagli automobilisti intervenuti per prestare i primi soccorsi. Tra questi un medico che rimase accanto a Biagio fino all’arrivo dell’ambulanza.

QUARTIERE IN LUTTO – Intanto un intero quartiere è in lutto per la morte del 25enne, un ragazzo allegro, simpatico e gran lavoratore. Amici, parenti e conoscenti in queste ore si sono strette attorno alla famiglia Esposito, persone perbene e stimate in città.