Il logo per un bilancio partecipato dell'associazione puteolana

POZZUOLI – Un nuovo modello di bilancio comunale in cui una parte dei fondi amministrati  dall’Ente possa essere indirizzata per progetti e proposte espresse dai cittadini. È questo lo scopo della campagna “Sbilanciamoci”, promossa dall’associazione politica Noi Re(si)stiamo Qui, allo scopo di raccogliere adesioni e inviare la proposta all’amministrazione guidata da Vincenzo Figliolia.

 

 

 

INCONTRI ORGANIZZATI – Il bilancio partecipato è una forma di coinvolgimento diretto dei cittadini alla vita politica della propria città. Consiste nell’assegnare una quota di bilancio dell’Ente locale alla gestione diretta dei cittadini, che vengono così messi in grado di interagire e dialogare con le scelte delle Amministrazioni per modificarle a proprio beneficio. Spetterà all’amministrazione specificare i settori (territorio, ambiente, salute, tempo libero) per i quali sono ammesse le proposte. Attraverso incontri organizzati in gruppi tematici, cittadini, associazioni e altri enti, sono chiamati ad esprimere le loro preferenze sugli obiettivi delle politiche di settore previsti nel bilancio.

BILANCIO PARTECIPATO- «Pensiamo che la politica abbia bisogno di allargare la partecipazione – ha affermato il presidente dell’associazione Noi Re(si)stiamo Qui, Sandro Izzo – Lo riteniamo ancora più necessario in un momento di sfiducia generale verso chi rappresenta le istituzioni. Soprattutto è importante che la partecipazione sia chiara, concreta, effettiva e trasparente. A Pozzuoli attualmente sono stati istituiti vari organi partecipativi, alcuni ancora e solo sulla carta, altri senza risorse. In questo senso va la nostra proposta di un bilancio partecipativo, con una percentuale predeterminata da destinare alle proposte dei cittadini su temi specifici. L’impegno – conclude Izzo – rivolto nei confronti della partecipazione non si può limitare alla redazione di un regolamento, serve un dialogo costante, disponibilità da parte degli uffici tecnici e apertura mentale alle nuove idee».

A FEBBRAIO RACCOLTA FIRME – Proprio per questo l’associazione puteolana invita partiti, associazioni e movimenti a sostenere con una forte campagna questa proposta. Nei primi quindici giorni di febbraio l’associazione sarà in piazza per raccogliere le firme a sostegno della proposta, da presentare all’amministrazione Figliolia. “L’invito – conclude la nota di NRQ – è quello che a questo appello aderiscano anche partiti, movimenti ed associazioni. Un nuovo modo di fare politica è possibile e parte dal coinvolgimento di tutti nelle scelte concrete”.