di Gennaro Del Giudice

via priv monterussoPOZZUOLI – Dopo l’ennesimo assalto in villa con l’uso di gas narcotizzanti sale la paura in città. La notte scorsa, dopo il furto notturno ai danni di una famiglia di Pozzuoli, in via privata Monterusso i residenti della si sono barricati in casa: finestre e persiane rigorosamente chiuse per il timore di essere narcotizzati nel sonno. Intanto nella giornata di ieri gli inquirenti hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza dell’abitazione svaligiata nella notte tra domenica e lunedì: gli occhi elettronici potrebbero restituire i volti dei ladri che hanno divelto le persiane e narcotizzato nel sonno padre, madre e figlio prima di svaligiare l’appartamento e portare via l’Audi A3 del giovane. Un episodio che ha scosso i circa 40 residenti della zona che sorge a ridosso della via Domitiana.

 

NUOVI OBIETTIVI – Dopo l’escalation degli scorsi anni a San Vito e Monterusciello l’attenzione dei ladri quest’anno sembra essersi spostata verso Monterusso, Lucrino e nella zona tra Licola e Varcaturo, aree residenziali maggiormente colpite negli ultimi tempi, facendo alzare il livello di allerta da parte dei residenti che prendono in considerazione l’ipotesi di organizzarsi in ronde notturne. Un allarme che giorno dopo giorno sta crescendo anche sui social network dove si susseguono racconti e segnalazioni di furti notturni nelle abitazioni. Tra questi anche la segnalazione, da più parti, di una fiat Punto di colore verde a bordo della quale si muoverebbe la banda “Abbiamo più volte segnalato alle forze dell’ordine una fiat punto vecchio modello di colore verde” segnalano alcuni lettori che in merito al furto a Monterusso e confermano “Sta capitando spesso da quelle parti, sempre stessa tecnica e modalità”.