POZZUOLI – E’ stato bloccato, immobilizzato e disarmato dopo che aveva puntato una pistola contro l’anziana proprietaria di una pizzeria del Rione Toiano. Così è finito in manette R.S., 49enne di Pozzuoli, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, nella notte tra sabato e domenica, aveva tentato una rapina ai danni di una pizzeria in via Cicerone, locale che sorge di fronte ai “carri armati”. Vestito di nero, con il viso coperto da un passamontagna e con una pistola in pugno aveva fatto irruzione nel locale: attimi di terrore durante i quali la donna, con l’arma puntata al viso, è stata costretta ad aprire la cassa iniziando a raccogliere le banconote. Ma, quando sembrava che la rapina fosse stata consumata, improvvisamente alle spalle del malvivente sono spuntati due nipoti dell’anziana che senza alcuna esitazione si sono avventati sull’uomo e in pochi secondi lo hanno bloccato e disarmato.

L’ARRESTO – Il rapinatore ha pure rischiato il linciaggio da parte della folla che, richiamata dalle urla, nel frattempo si era riversata in strada. Sul posto sono giunte le volanti del commissariato di Polizia di Pozzuoli che hanno arrestato il 49enne per rapina aggravata. La pistola in suo possesso è risultata essere una riproduzione fedele di quella in dotazione alle forze dell’ordine. Nella notte il Magistrato di turno ha convalidato l’arresto e per il 49enne, dopo le formalità di rito, si sono aperte le porte del carcere di Poggioreale.