POZZUOLI – La Pozzuoli calcistica sogna in grande. Dopo la vittoria del campionato da parte della Puteolana, chiamata ora ai play off per la promozione in serie D, c’è un’altra squadra della città che è pronta a scrivere il proprio nome negli almanacchi del calcio dilettantistico: è il Rione Terra, che domenica per la prima volta nella sua storia si è qualificata per i play off che danno l’accesso al campionato di Eccellenza. Un risultato di prestigio che è stato salutato con affetto dal sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia e dai cugini della Puteolana, squadra con la quale ad inizio stagione è stato stretto il primo gemellaggio della storia.

L’ENTUSIASMO – «E’ l’epilogo di una stagione avvincente, vissuta con entusiasmo, attaccamento alla maglia e senso di appartenenza da parte di tutti: staff societario, calciatori e allenatore -spiega il patron Sergio Di Bonito- ora andiamo a giocarci i play off per la promozione nel campionato di Eccellenza, sperando di poter scrivere un altro capitolo di questa bellissima storia che affonda le radici in un progetto sportivo, culturale e sociale nato venti anni fa». Venti anni con un’unica proprietà per una società virtuosa nata attorno alla figura di un imprenditore visionario che gettò le basi per un progetto futuristico quando i cancelli dell’antica rocca puteolana erano ancora sbarrati.

I PLAY OFF – All’accesso ai play off il Rione Terra è arrivato al termine di una domenica atipica, per il forfait del Casoria, il conseguente 0-3 a tavolino e il pareggio a reti inviolate tra Quartograd e Oratorio Don Guanella Scampia che ha permesso al Rione Terra di recuperare altri 2 punti sulla squadra di Quarto utili all’accesso ai play off di promozione.