POZZUOLI – Dal mese di giugno ad oggi sono stati circa 250 i controlli, ripartiti tra quelli in
mare e quelli presso spiagge e strutture balneari, eseguiti, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro”, dai militari dell’Ufficio Circondariale marittimo di Pozzuoli e dei rispettivi uffici marittimi dipendenti di Baia, Monte di Procida, Castel Volturno e Mondragone. Numerosi gli illeciti accertati e le sanzioni amministrative elevate, per un totale di quasi 50.000 euro. Diversi, inoltre, sono stati gli interventi di assistenza e soccorso eseguiti dai mezzi navali della Guardia Costiera a favore di diportisti e bagnanti in difficoltà lungo il litorale del Circondario di giurisdizione. Intensa è stata altresì l’attività svolta nella più ampia cornice di controlli a tutela della libera e corretta fruizione del litorale e del demanio marittimo che l’Ufficio Circondariale marittimo di Pozzuoli, congiuntamente alla stazione dei carabinieri di Pozzuoli, ha eseguito, tra il mese di gennaio e il mese di luglio di quest’anno, lungo i circa 8 chilometri di litorale marittimo puteolano.

IL BILANCIO – Tale attività di polizia giudiziaria ha portato, in definitiva, al sequestro di oltre 20.000 metri quadrati di spiagge abusivamente occupate e alla denuncia alla competente Autorità Giudiziaria di oltre 30 persone per diversi reati, quali l’occupazione abusiva di area demaniale marittima, furto di acqua pubblica, furto di energia elettrica, deposito incontrollato di rifiuti, illecito smaltimento di reflui e scarichi a mare non autorizzati, oltre a diverse violazioni in materia urbanistica. Sono questi i numeri del primo bilancio di metà stagione estiva dell’operazione illustrati in occasione della visita che il Direttore marittimo della Campania, Ammiraglio Ispettore Pietro Giuseppe Vella, ha fatto all’Ufficio Circondariale marittimo di Pozzuoli e a seguire all’Ufficio Locale marittimo di Baia. L’ammiraglio, dopo aver espresso la sua personale vicinanza ai propri Comandi dipendenti presenti sul territorio, ha manifestato vivo apprezzamento per il quotidiano lavoro svolto lungo il litorale Flegreo e Domizio per assicurare i compiti assegnati al Corpo, che vanno dalla salvaguardia della vita umana in mare alla sicurezza della navigazione e portuale, dalla tutela dell’ambiente marino a quella delle risorse ittiche.

I CONTROLLI – Durante il weekend ferragostano, da venerdì 12 a lunedì 15, significativo è stato inoltre il flusso di passeggeri e veicoli transitati per il porto di Pozzuoli. Sono stati infatti registrati oltre 30.000 passeggeri in arrivo e in partenza e un totale di quasi 5.000 veicoli. Per far fronte a tale considerevole flusso di passeggeri e veicoli, l’Ufficio Circondariale marittimo di Pozzuoli ha impiegato i propri militari in uno specifico dispositivo di vigilanza e controllo. La Guardia Costiera naturalmente proseguirà la propria attività istituzionale di vigilanza nei porti e lungo la costa anche nei prossimi giorni e per tutta la stagione estiva, a tutela della sicurezza in mare e sulle spiagge, del demanio marittimo, nonché dell’ambiente e degli ecosistemi marini.