POZZUOLI – Le sue denunce e le sue battaglie sono note a tutti, come l’amore che nutre per l’ambiente e per la periferia di Licola che lo vede impegnato in attività sociali e di solidarietà. Umberto Mercurio, beneventano trapiantato a Pozzuoli, dopo il passaggio nel partito di Europa Verde rilancia «Vado avanti, continuando nelle battaglie che da anni porto avanti con il comitato Riqualificare Licola e con i miei amici attivisti. Ho scelto i Verdi perché è l’unica realtà territoriale che ha una visione ambientalista che si avvicina alla mia» spiega Mercurio, che negli ultimi anni ha portato alla ribalta delle cronache una lunga serie di scempi ambientali che hanno colpito l’intera zona di Licola. In particolare, gli sversamenti di liquami e rifiuti nei canale Abruzzese, di Quarto, l’Alveo dei Camaldoli e il mare di Licola. L’adesione di Mercurio è arrivata dopo due incontri con Francesco Borrelli, leader del partito «Ci siamo incontrati due volte e c’è stata una sintonia sui punti di vista legati alle tematiche ambientali –racconta – così ho aderito al tesseramento dando la mia quota a Migliucci».