Rosario Mattera, organizzatore di Malazè

di Violetta Luongo
POZZUOLI –
Malazè entra all’Università. La ormai nota rassegna archeoenogastronomica flegrea, giunta alla sua nona edizione, si è conquistata un posto alla facoltà di Giurisprudenza della Parthenope di Napoli. A giugno, Rosario Mattera, anima di Malazè, terrà un corso di due ore ai giovani laureati nel master in “Tutela Europrogettazione e management del patrimonio culturale”. «Porterò un contributo, una testimonianza, parlerò di Malazè – spiega Mattera – di un evento realizzato unicamente con imprese private, una rete di associazioni in cu ognuno dà il proprio apporto per valorizzare il nostro ricco patrimonio».

UNA RICCA KERMESSE – La manifestazione ogni anno coinvolge decine di associazioni, imprese, ristoratori, produttori di vino del territorio di Pozzuoli, Quarto, Bacoli, Monte di Procida, Procida e Napoli. Solo l’anno scorso 4mila i visitatori, 100 le associazioni locali e nazionali che hanno partecipato, 21 cantine dei vini d.o.c. Campi Flegrei, 31 ristoranti, 6 aziende agricole e gastronomiche.Visite guidate e teatralizzate, degustazioni, immersioni, escursioni, gite in barca, giochi e caccia al tesoro, presentazioni di libri, mostre e musica, sono solo alcuni degli eventi proposti.

PRIGIONIERO DI MALAZE’ – «Alcuni per burlarmi dicono che “sono rimasto prigioniero di Malazè”, in effetti sono un sommelier, appassionato di cibo e vino e di questo volevo occuparmi e con questo volevo divertirmi – racconta Mattera – ed ora invece l’enogastronomia è solo un tassello del grande serbatoio di idee e progetti che coinvolge centinaia di associazioni. Non mi sarei mai immaginato questa crescita, il fatto di essere sempre in “work in progress” e di voler puntare sempre più in alto ci ha fatto diventare un grande incubatore di idee a costo zero che porta turismo e risorse senza costare nulla all’amministrazione comunale». In attesa della conferma dell’Università Federico II, interessata anche essa a ospitare gli organizzatori per un corso su Malazè, il 17 marzo a Palazzo Toledo di Pozzuoli saranno presentati 26 progetti messi a disposizione per la valorizzazione dei Campi Flegrei.