POZZUOLI – Sei giorni dopo il divieto di balneazione il mare di Licola torna ad essere balneabile. L’ok è arrivato questa mattina dall’Arpac che, l’altro ieri, aveva effettuato, ai sensi della normativa, prelievi supplementari nel comune di Pozzuoli, e in particolare nel tratto di mare denominato “Lido di Licola”, lungo 900 metri dopo che i precedenti controlli (effettuati il 16 agosto) avevano registrato la “non conformità” del campione prelevato nell’ambito dei prelievi di routine previsti dal calendario regionale.

L’OK – Gli ulteriori campionamenti hanno dunque evidenziato il rientro dei parametri microbiologici (Escherichia coli ed Enterococchi intestinali) nei limiti di legge, confermando la tesi secondo cui a provocare il “temporaneo” inquinamento sarebbe stato lo sversamento in mare dei liquami provenienti dall’Alveo dei Camaldoli durante le piogge del 15 agosto. Preso atto dello stato di salute del tratto di costa, quest’oggi il vice sindaco Filippo Monaco ha firmato un’ordinanza di revoca del precedente divieto di balneazione.