Un momento di "Coloriamo in riva al mare"
Un momento di “Coloriamo in riva al mare”

POZZUOLI – Una settimana all’insegna degli incontri sulla cultura del “Mare” tenuti dal personale della Capitaneria di porto di Pozzuoli al Comando del Tenente di Vascello Andrea Pellegrino presso numerosi plessi scolastici e associazioni. L’iniziativa, promossa nel rispetto del protocollo d’ intesa siglato tra la Direzione Marittima di Napoli e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Regione Campania, ha lo scopo di creare un percorso formativo che avvicini i giovani alla legalità ed alla cultura del mare e, con giuste regole e comportamenti, al sano rispetto dell’ambiente naturale e del mare stesso nonché per la sicurezza in navigazione e nelle aree balneari.

 

GLI EVENTI IN CAMPO – Interessante è stato l’incontro con l’associazione Circolo Nautico San Marco, la quale ha organizzato anche per quest’anno la Manifestazione “Coloriamo in riva al Mare –VI°Edizione” su di un tratto di arenile, con la partecipazione di circa 450 alunni del 1°Circolo Didattico di Pozzuoli –“Immacolata”, e relativo corpo docenti nell’ambito del Progetto “Il nostro mare …che passione”.. dove i militari hanno illustrato tutti i compiti e le funzione della Guardia Costiera puteolana. Un altro incontro si è svolto presso l’aula magna dell’Istituto Comprensivo Quinto Artiaco di Pozzuoli, dopo le presentazioni di rito ai giovanissimi e numerosissimi interlocutori, si è dapprima svolto con la riproduzione di accattivanti slide e filmati riguardanti le attività operative assicurate dal Corpo delle Capitanerie di porto nonché dei filmati di eventi di reali soccorsi effettuati dalle unità navali e aerei della Guardia Costiera, ed in seguito, riprendendo la parola si è evidenziata l’importante funzione svolta dalle Autorità marittime che operano nell’interesse collettivo per regolare l’utilizzazione dei porti e delle spiagge, ma anche a tutela dei commerci vigilando su tutte le attività che si svolgono in mare e sui litorali costieri.

 

LE VISITE – Una altra visita interessante si è tenuta presso la sede della Lega Navale di Pozzuoli con l’associazione “La Tenda” , dove vi erano tanti giovani studenti già indottrinati sulla materia “mare” per i corsi velici che svolgono durante l’anno con la stessa lega Navale, i quali hanno seguito con viva attenzione alla riproduzione di accattivanti slide e filmati riguardanti le attività operative assicurate dal Corpo delle Capitanerie di porto nonché dei filmati di eventi di reali soccorsi effettuati dalle unità navali e aerei della Guardia Costiera, ed in seguito, riprendendo la parola si è evidenziata l’importante funzione svolta dalle Autorità marittime su tutto il territorio nazionale e locale. Sono inoltre state sottolineate le funzioni di polizia giudiziaria che riveste il Corpo, per le violazioni previste dal Codice della Navigazione e dalle altre leggi speciali in materia di pesca, demanio marittimo, diporto nautico, ambiente, etc. e, attraverso l’articolazione operativa della Guardia Costiera, la sua azione di vigilanza in mare oltre che nei siti portuali, per la salvaguardia della vita umana in mare.

 

IL MESSAGGIO – L’incontro è proseguito con un accattivante dibattito costruttivo fra lo stesso Comandante Andrea Pellegrino che si è messo a disposizione per gli alunni, dandogli la possibilità di rivolgere delle domande di vario genere, fra cui quella di conoscere i vari passaggi per intraprendere l’emozionante carriera di militare nella Guardia Costiera (marinaio, sottufficiale ed Ufficiale), facendo sì che ai giovanissimi alunni venisse trasmesso un sano sentimento di vicinanza al nostro mare e di legalità tutta ed poi è terminato ringraziando tutti i dirigenti scolastici per la possibilità offerta al Corpo come esempio di collaborazione tra le Istituzioni nonché ai giovani alunni per chi in un futuro vorrà intraprendere questa affascinante ma impegnativa carriera. Su questo tema ci si è molto soffermati illustrando quali precauzioni prendere per chi decide di intraprendere la navigazione, il numero da chiamare per le emergenze in mare (numero blu 1530, attivo 24h su 24h) e quali informazioni, in caso di difficoltà, comunicare subito all’Autorità marittima utili per un soccorso tempestivo ciò anche attraverso esercitazioni pratiche che hanno appassionato i giovani.