POZZUOLI – Riceviamo e pubblichiamo: «Sono M.S. di Monteruscello, una persona disabile e paziente fragile con vari problemi di salute, ho moglie e tre figli minorenni di 11 – 9 e 4 anni. Vi contatto per due argomenti di cui mi vergogno di vivere in questo paese. Io sono una persona disabile di cui mi reputo fortunato ad avere mia moglie e i nostri 3 figli piccoli adorabili, io con una pensione di invalidità civile pago un affitto di 500 euro al mese e ho dovuto pagare 400 euro di libri per mio figlio che deve andare in prima media in quanto il buono libri di 165 euro il comune te lo da a Gennaio e le cartolibrerie non ti rimborsano, questa situazione è una vergogna. Un altro argomento vergognoso e che io essendo paziente fragile con certificato medico, la scuola non può attivare la DAD per i miei figli come l’anno scorso in quanto non è stato emesso nel decreto dell’istruzione di quest’anno dal governo e i Dirigenti Scolastici di cui non hanno colpe, mi hanno detto che non possono attivarla in base al Decreto attuale del Governo e mi è mi hanno consigliato di iscrivere i miei figli alla Scuola Privata per usufruire della DAD, è vergognoso con la mia pensione di invalidità civile non solo devo pagare 500 euro di affitto, utenze da pagare e soprattutto dare da mangiare ai nostri figli, dobbiamo anche pagare 150 euro per figlio al mese in una scuola privata. Aiutatemi vi prego questa situazione è da suicidio. Io non posso vaccinarmi per le mie patologie ed io, mia moglie e i miei figli non usciamo da casa dall’inizio della Pandemia per la mia salute e i miei figli non possono frequentare la scuola in presenza sempre per la mia salute e rischiano di perdere l’anno scolastico perché non hanno messo la DAD per alunni con genitori fragili, è vergognoso. I miei figli amano studiare e sia in presenza che in DAD hanno preso il massimo dei voti e i migliori giudizi che si potrebbero avere , e non è giusto tutto questo. Vi chiedo con cortesia di aiutarci ad avere risposte e soprattutto aiutarci per la DAD.»