POZZUOLI – Via libera dalla giunta comunale di Pozzuoli all’istituzione del nuovo servizio di taxi sharing a tariffa fissa. Tale servizio andrà ad affiancare l’ordinario servizio di trasporto collettivo su ferro e gomma esercitato dalle aziende pubbliche, sia in considerazione dell’attuale perdurante situazione che ne limita la fruizione in condizione di sovraffollamento in relazione alle contingenti esigenze di distanziamento sociale dovute alla diffusione del coronavirus sia in prospettiva di uno stabile ridimensionamento delle densità di utenti trasportabili su mezzi di trasporto collettivi.

IL COMMENTO – Il delegato sindacale dell’UTI (Unione tassisti D’Italia), Massimo Granieri, a nome dei tassisti puteolani plaude all’accoglimento delle proposte presentate al Consiglio comunale. Nella nota si legge: «Oltre che al sindaco ed alla giunta tutta, un dovuto ringraziamento all’assessore Roberto Gerundo per la disponibilità e l’attenzione concessa agli incontri avuti con i rappresentanti di categoria, un ringraziamento al consigliere comunale Gianluca Sebastiano per l’impegno profuso affinché le nostre proposte venissero prese in considerazione ed accettate. E’ stata altresì considerata meritoria ed ampliata la proposta di istituire percorsi condivisi e a tariffa fissa (Taxi sharring) da affiancare all’ordinario servizio di trasporto collettivo su ferro e gomma. Al fine di ottimizzare e riorganizzare in maniera più efficiente il servizio del trasporto non di linea, è stato disposto lo sviluppo di un’applicazione che raccolga le chiamate taxi, in sostituzione delle obsolete colonnine. Resta l’impegno, da parte di tutti noi operatori taxi, nel garantire il servizio fino agli orari richiesti dal competente corso pubblico».