POZZUOLI – Parte il contest per la creazione del nuovo souvenir del Macellum di Pozzuoli.
L’iniziativa, promossa dall’ATI Macellum, in collaborazione con ADI – Associazione per il Disegno Industriale delegazione Campania, è rivolta a progettisti, architetti, ingegneri, designer e studenti. Sotto i riflettori c’è il sito archeologico puteolano, risalente al I sec. d.C e indentificato inizialmente come un tempio dedicato al dio greco-egizio Serapide per il rinvenimento di una statua a lui dedicata. Il sito ha un enorme valore, non soltanto dal punto di vista archeologico, storico e iconografico, ma anche dal punto di vista scientifico: è stato, infatti, per secoli il misuratore del bradisismo, il lento sollevamento e abbassamento del suolo che caratterizza l’area flegrea.

IL TEMA DEL CONCORSO – Il concorso ha un obiettivo culturale e lo scopo di stimolare l’interazione fra la grande storia e cultura dei territori campani, la tradizione dell’artigianato e la creatività del progetto, chiamando i designer a confrontarsi con una tematica a piccola scala, che si propone di interpretare il passato, l’identità e la tradizione. Il souvenir ideato potrà contemplare varie tecniche di realizzazione e l’impiego dei diversi materiali; dovrà inoltre tenere conto di appropriate dimensioni funzionali all’oggetto in quanto tale, della riproduzione seriale e rispondere a un costo di mercato accessibile a un largo pubblico. Al concorso saranno ammessi progetti innovativi e studiati per essere venduti all’interno di un temporary store, un qualsiasi negozio di souvenir o eventualmente mediante e-commerce. Al vincitore, proclamato il 5 dicembre alla Mostra d’Oltremare di Napoli nell’ambito dell’evento Arkeda, andranno 1.000 euro.