di Elena De Mari

 

Il degrado in via Scarpetta
Il degrado in via Scarpetta

POZZUOLI – Un angolo di periferia totalmente abbandonato. E’ uno scenario da quarto mondo quello che si presenta in via Edoardo Scarpetta, a Monterusciello. Rifiuti abbandonati in strada, cumuli di sacchetti lasciati accanto ai bidoni stracolmi, illuminazione pubblica assente, erba incolta e buche aperte senza tombini. Ad incorniciare un quadro già fin troppo imbarazzante, l’invasione delle tanto temute blatte.

 

LO SCEMPIO – Rifiuti abbandonati in strada. Cartacce, cassette di plastica, pezzi di vetro rotto, tutto riversato sul marciapiede. Ma non è tutto. I bidoni per la raccolta differenziata, evidentemente insufficienti a raccogliere tutta la spazzatura, “scompaiono” tra i rifiuti, invasi da sacchetti lasciati accanto ai contenitori. E con i cumuli d’immondizia e l’arrivo del caldo tornano gli scarafaggi. Una vera e propria invasione che sta seminando il panico ed è già psicosi.

 

I PERICOLI – Tornano in azione i ladri di tombini di ghisa, fenomeno sempre più diffuso e che colpisce il quartiere da cima a fondo. Le buche lasciate aperte sono state “tappate” da piccoli arbusti. Un escamotage, forse, per poterle  “segnalare” ed impedire, in attesa di un intervento da parte del Comune, che qualche passante ci finisca dentro. E di notte con l’illuminazione pubblica quasi assente, vederli e scansarli diventa una vera e propria impresa.

 

LE DUE FACCE DELLA STESSA STRADA – Ciò che colpisce di più, però, attraversando via Scarpetta sono i due lati completamente diversi della stessa strada. Il marciapiede posto a destra (lato abitazioni) è completamente abbandonato tra rifiuti ed erba incolta cresciuta ormai a dismisura. Il marciapiede posto a sinistra (quello che il mercoledì, in occasione del mercato rionale, funge da “spartitraffico”), invece, appare ben curato, con l’erba tagliata e senza alcun rifiuto. E’ lecito, a questo punto, chiedersi come sia possibile che la stessa “medaglia”  possa avere due facce cosi contrastanti.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]