Violetta Luongo

Il cantiere di via De Fraia è deserto
Il cantiere di via De Fraia è deserto

POZZUOLI – Cantiere aperto, la strada bloccata ma gli operai dove sono? Questo si chiedono i vari commercianti puteolani di via De Fraia che dal 31 marzo hanno visto e subìto la chiusura della strada e il senso di marcia delle auto cambiato in occasione dei lavori di ristrutturazione nell’ambito del progetto “PIU Europa”. «Son due giorni che qui non lavora nessuno – si lamenta Roberto, fioraio della zona – sì i lavori sono necessari per rende più vivibile la città ma se almeno si portassero avanti senza interruzione. Da soli dieci giorni le vendite sono calate del 30 per cento, la situazione è già critica di per sé poi si aggiunge il fatto che, se si continua così, i lavori non finiranno mai». Perplessi i vari passanti che vedono e vivono i disagi di una città sottoposta a vari cantieri e in molti si chiedono dove siano gli operai addetti a quella zona.

A PIAZZA DELLA REPUBBLICA SITUAZIONE OPPOSTA – Situazione opposta a piazza della Repubblica, qui gli operai ci sono e lavorano pure di buona lena. Umori infatti diversi tra alcuni commercianti, come Lino che gestisce un bar e accetta con tolleranza questi piccoli disagi. «Il fine giustifica i mezzi – dice – certo i fastidi ci sono ma sono motivati da una buona occasione offerta alla città, l’importante è che i lavori vadano avanti e non si interrompano così da finirli il prima possibile».

I TEMPI SI PROLUNGHERANNO? – Tre mesi previsti per la conclusione di via De Fraia e quattro per piazza della Repubblica, ma si teme che i tempi si possano prolungare. E’ di questo parere il presidente Ascom, Vincenzo Addati: «Vista l’importanza dei lavori credo che sarebbe stato più giusto utilizzare maggiore forza lavoro, ho contato e sono solo sei gli operai all’opera tra i due cantieri. Alcuni non lavorano neanche, sicuramente le date non saranno rispettate. Inoltre ci sono problemi logistici che andrebbero affrontati e prontamente risolti, ad esempio lo scarico-carico delle merci è possibile sono vicino alla Fontana delle Quattro Cannelle in piazza, troppo lontano per alcune attività commerciali. Il restyling è necessario e dovuto ma va studiato con criterio».

LE FOTO (di Angelo Greco)

[cronacaflegrea_slideshow]