di Gennaro Del Giudice

Via Ragnisco, strada dove è stata rimossa l'auto
Via Ragnisco, strada dove è stata rimossa l’auto

POZZUOLI – Appena ha visto che il carro attrezzi gli stava portando via l’auto è andato in escandescenze insultando agenti, addetti alla rimozione e tentando di bloccare il mezzo che aveva prelevato il suo veicolo. Attimi di follia che hanno portato al fermo di un 30enne nella tarda mattinata di ieri a Pozzuoli, in via Ragnisco. L’uomo, bloccato dagli agenti della Polizia Municipale di Pozzuoli, è stato condotto presso il comando e denunciato in attesa di rito direttissimo. Il fatto è accaduto in via Ragnisco, nei pressi del Polo Culturale di Palazzo Toledo. L’uomo, un 30enne puteolano residente del luogo, aveva parcheggiato la propria auto in divieto di sosta e in curva lungo strada.

 

LA RIMOZIONE E LA FOLLIA – Un parcheggio selvaggio che aveva indotto gli agenti della municipale di Pozzuoli diretti dal Comandante Carlo Pubblico a multare il veicolo e predisporre la rimozione con carro attrezzi come indicato dalla segnaletica lungo la strada. Decisione che però non è andata giù al giovane il quale, accortosi che la propria auto era stata rimossa, si è precipitato in strada tentando di bloccare la rimozione: l’uomo ha provato a bloccare il carro attrezzi che stava trainando il veicolo, urlando e insultando ripetutamente vigili urbani e addetti alla rimozione, rifiutandosi anche di esibire i documenti di riconoscimento richiesti dagli agenti. A quel punto è stato condotto presso il comando di Polizia Municipale dove è stato tenuto in stato di fermo in attesa della decisione del Pubblico Ministero. Rilasciato nel tardo pomeriggio, il 30enne nella mattinata di oggi – fanno sapere dal Comando – sarà processato con rito direttissimo.