gabbiano 9POZZUOLI – Continui fuggi fuggi, passanti costretti a correre, residenti che parcheggiano le auto altrove per non essere attaccati da un gabbiano. Ha dell’inverosimile quanto sta accadendo da diversi giorni in via Marconi a Pozzuoli a causa della presenza di un uccello che sta seminando il panico. Martedì nemmeno l’intervento di due pattuglie di agenti di Polizia Municipale è servito a riportare tranquillità in zona.

IL GABBIANO – Il “protagonista” della storia è un gabbiano che da tempo “abita” sul campanile della Chiesa dell’Angelo dove da poco più di una settimana è spuntato anche un nido con altri uccellini. Forse per difendere i suoi piccoli che il gabbiano attacca quasi tutte le persone che transitano nel tratto di strada di via Marconi tra l’area di sosta di viale Capomazza e la rampa di accesso al Rione Terra.

gabbiano (8)
Il gabbiano sul campanile della chiesa

PASSANTI ATTACCATI – Sia di giorno che di notte il gabbiano, al passaggio di uomini, donne e bambini, si stacca dalla cima del campanile e si lancia sulla “preda”. Situazioni che stanno creando continui fuggi fuggi con i passanti costretti a camminare con lo sguardo rivolto verso l’alto e a scappare al primo movimento dell’uccello.

LE TESTIMONIANZE – «L’altro giorno sono stato costretto a fare due volte il giro e a parcheggiare altrove per paura di essere attaccato. Si diceva che attaccasse solo persone pelate e vestite di nero ma in realtà non è così» ha raccontato un residente della zona mentre guardava timoroso l’uccello sul campanile. «Abbiamo contattato le autorità preposte dopo il nostro intervento. A questo punto si dovrebbe spostare il nido ma il problema sarebbe poi dove collocarlo. Bisogna tutelare l’incolumità dei passanti ma allo stesso tempo anche l’animale e gli altri uccelli più piccoli che hanno diritto alla sopravvivenza» ha spiegato il comandante della Polizia Municipale Carlo Pubblico

LE FOTO