Bar TrinchilloPOZZUOLI – Sono entrati nel locale dopo aver sfondato una finestrina sul retro, posta proprio dietro al bancone del bar “Trinchillo”. Una volta dentro hanno preso poche decine di euro dalla cassa e hanno puntato dritto alla tabaccheria. Ma dopo aver divelto la porta che separa il bar dal negozio di tabacchi, mentre stavano per mettere le mani sul bottino, si sono trovati alle spalle i carabinieri che li hanno immobilizzati e arrestati. Pare che i militari per entrare abbiano utilizzato lo stesso “varco” aperto dai ladri.

GLI ARRESTATI – In manette all’alba di oggi sono finiti due giovani già noti alle forze dell’ordine: si tratta di Emanuele Fragalà, 21 anni, e Mario Riccio, 22 anni, entrambi residenti a Licola Mare. Fragalà era sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa.

Bar Trinchillo
La finestra del bar da cui sono entrati ladri

BLOCCATI NEL LOCALE – I due sono stati beccati in flagranza di reato nel bar Trinchillo in via dei Platani dai carabinieri della stazione di Licola, diretti dal maresciallo Pietro De Stasio. Poco dopo le 3.30 i militari, impegnati in un giro di perlustrazione, la pattuglia ha sentito in lontananza il segnale di allarme antintrusione del locale. Prima di sfondare la finestrai ladri avevano tentato l’accesso da un’apertura sul lato del montacarichi. I carabinieri senza farsi notare sono entrati nel bar e hanno bloccato Riccio e Fragalà all’interno della tabaccheria. Successivamente, in seguito a perquisizione personale e veicolare, sono stati sequestrati vari arnesi atti allo scasso e la Panda utilizzata dai ladri, risultata oggetto di furto denunciato ai carabinieri di Monteruscello il 21 novembre. Gli arrestati sono in attesa di rito direttissimo.

LE FOTO (di Angelo Greco)