POZZUOLI – La Pastorale Giovanile della Diocesi di Pozzuoli nel complesso ‘Oasi Felice’ di via Campana a Pozzuoli ha dato vita alla prima ‘Festa Diocesana dello Sport’. La manifestazione promossa dall’Ufficio della Pastorale Giovanile della diocesi con la collaborazione del Centro Sportivo Italiano – Centro Zona Pozzuoli ha visto circa cento ragazze e ragazzi ritrovarsi per condividere accoglienza, conoscenza ed inclusione. L’intervento del vescovo ausiliare, Carlo Villano, ha aperto la giornata. Proposta una riflessione sulla pace ed invitato i giovani ed i loro accompagnatori a “divertirsi e giocare in un clima di comunione e di pace”, aprendo la parte ludico-sportiva. I ragazzi, suddivisi per età, hanno dato vita a mini-tornei di calcio a cinque con sfide sempre vivaci ed intense all’insegna di un sano agonismo e concluse con “il terzo tempo” nel rispetto delle norme anti-Covid. «Grazie a tutti. Tutto è stato possibile al gioco di squadra. E in un gioco di squadra – ha detto Michele Molinaro, tra i promotori dell’iniziativa con Emanuele Ugaro, l’ufficio della Pastorale Giovanile ed i volontari del CSI Pozzuoli – non vince solo chi fa gol, ma anche tutti coloro che contribuiscono a fare in modo che ci sia il goal! La giornata è stata un esempio concreto del “camminare insieme” secondo lo stile “sinodale», ha concluso Molinaro. I tornei hanno visto primeggiare i ragazzi della Medaglia Miracolosa nella categoria Under 12 ed i giovani dell’oratorio San Domenico Savio della parrocchia San Pietro e Paolo di Soccavo nella categoria Under 15. Ma un plauso va dato anche a tutti i ragazzi e le ragazze e ai loro istruttori delle altre realtà oratoriali che hanno preso parte alla giornata dal Divino Maestro a San Castrese di Quarto a Sant’Artema di Monterusciello. Il progetto è ampliare il discorso e coinvolgere per la prossima edizione un numero sempre maggiore di partecipanti.