POZZUOLI – «Negli ultimi giorni si sono registrate diverse segnalazioni in rete relative a presunte e-mail trasmesse dall’Istituto. Dietro la promessa di un rimborso economico o dietro la notifica di un mancato versamento di contributi, il mittente richiede un aggiornamento delle coordinate bancarie o un bonifico immediato per evitare sanzioni. Si tratta di un tentativo di truffa online, con l’utilizzo del logo Inps e con un linguaggio volto a trarre in inganno il destinatario del messaggio. Si rammenta che Inps non invia tali comunicazioni via mail e che l’Istituto non trasmette allegati in formato “.exe”, né link nel corpo delle proprie comunicazioni». E’ quanto fa sapere Ciro Avallone, Direttore della Filiale Metropolitana Area Flegrea – Pozzuoli in merito a numerosi tentativi di truffa ai danni di utenti nell’area flegrea.

IL VADEMECUM – Per evitare di incappare nel raggiro l’Inps fa una serie di raccomandazioni, i particolare consiglia agli utenti di: non cliccare su eventuali collegamenti esterni contenuti in e-mail o sms presumibilmente trasmessi da Inps; non scaricare file allegati in formato “.exe”; verificare sempre il mittente della comunicazione; consultare, sul sito dell’Inps, il vademecum “Attenzione alle truffe”, periodicamente aggiornato con le ultime segnalazioni pervenute; informare, in caso di ulteriori dubbi, il nostro contact center (803.164 da fisso, 06.164.164 da cellulare) o i profili social ufficiali dell’Istituto per un’ulteriore verifica.