POZZUOLI – Sono decine le attività controllate durante l’ultimo fine settimana dalla polizia municipale di Pozzuoli, nell’ambito di una serie di operazioni atte a prevenire e salvaguardare i luoghi dello svago, con particolare attenzione alla valutazione delle condizioni di sicurezza. Nel corso di tali verifiche, nella giornata di domenica gli agenti municipali hanno chiuso un locale sul litorale domitio. Secondo quanto accertato dai ‘caschi bianchi’, il lido “Le Nereidi” esercitava intrattenimento danzante con circa mille persone (a fronte delle 600 ammesse) senza alcuna autorizzazione amministrativa e senza permesso per la diffusione sonora in spregio al rispetto della normativa prevista. L’evento – in corso sulla spiaggia di Licola – è stato immediatamente interrotto. Per la mancata autorizzazione relativa all’intrattenimento musicale e alla diffusione acustica sono stati elevati verbali amministrativi e si è provveduto al sequestro cautelare, con apposizione di sigilli delle apparecchiature musicali, diffusori audio, console e mixer. I poliziotti municipali, accertate le violazioni, hanno quindi disposto la chiusura del locale dopo aver fatto confluire i clienti all’esterno, sanzionando il titolare e denunciandolo all’Autorità Giudiziaria per l’inosservanza delle prescrizioni sul limite della capienza, requisito fondamentale in materia di sicurezza.