POZZUOLI – Sul tema primarie nel Pd per la scelta del candidato sindaco e le ultime polemiche sorte in città, è intervenuto anche il segretario di Sinistra Italiana Stefano Ioffredo che ha fatto sapere di essere contrario al ricorso a una competizione elettorale interna al partito (o alla coalizione) in un momento così delicato dal punto di vista sanitario. Ioffredo auspica una “sintesi” intorno al nome del candidato che oggi vede in lizza Paolo Ismeno e Luigi Manzoni. «Chi oggi svolge un ruolo di classe dirigente ha il dovere politico e morale di agire con grande serietà e senso di responsabilità, –fa sapere Ioffredo– tenendo conto della situazione generale e di quelle che sono le reali esigenze delle persone. Siamo nel pieno di un’emergenza sanitaria con centinaia di nuovi contagi ogni giorno, pertanto ritengo che organizzare una competizione elettorale in queste condizioni sia una scelta del tutto inopportuna e che non tiene conto delle difficoltà che le persone vivono in questo momento.»

LA ROTTURA – «Inoltre, -aggiunge il segretario di SI – come ulteriore considerazione c’è da dire che siamo a tre mesi dal voto, il tempo è poco e, a mio parere la politica in questo momento dovrebbe concentrare e caratterizzare il proprio impegno nella definizione degli aspetti programmatici e della proposta politica. Pertanto Sinistra Italiana resta coerente ai documenti sottoscritti nel corso di questi mesi e al mandato affidato al Partito Democratico di esprimere il candidato sindaco al termine della discussione democratica che vive al proprio interno. Infine Sinistra Italiana prende atto, a seguito di dichiarazioni pubbliche, che alcune forze politiche hanno già determinato un percorso diverso rispetto a quello originariamente assunto».