Il carcere femminile di Pozzuoli
Il carcere femminile di Pozzuoli

POZZUOLI – Il carcere femminile di via Pergolesi è stata la sua “casa” per oltre tre mesi. Qui ha trascorso probabilmente il peggior incubo della sua vita, trascorrendo ben 55 giorni in cella di isolamento con un’accusa pesantissima: aver ucciso barbaramente un’anziana donna di 87 anni. Ma ora è tornata in libertà, seppur con l’obbligo di dimora a Venezia, dove vive da sempre.

Monica Busetto
Monica Busetto

ANZIANE STRANGOLATE PER SOLDI –E’ la storia di Monica Busetto, 53 anni, ausiliare in ospedale che tre anni fa è stata arrestata perchè ritenuta la killer di Lida Taffi Pamio, soffocata e poi colpita ripetutamente alla gola con un coltello. Da alcune piccole tracce di Dna dell’anziana rinvenute su una collanina in casa della 53enne è partita l’accusa, il processo e la condanna a 24 anni di carcere. Ma ulteriori riscontri hanno portato i magistrati a liberare la Bussetto e soprattutto ad arrestare un’altra donna: Susanna Lazzarini, di 52 anni, che ha confessato. Sarebbe stata lei ad ammazzare l’anziana e soprattutto ad uccidere un’altra donna con modalità simili e sempre con lo stesso movente: piccoli debiti non saldati.

LIBERA IN ATTESA DELL’APPELLO- Da Pozzuoli al carcere della Giudecca e poi la libertà per Monica Busetto che però dovrà affrontare il processo di Appello tra qualche giorno. Non è stata scagionata, ma è comunque uscita dal carcere. Un primo segno che i giudici hanno lanciato a suo favore, dopo essersi sempre professata innocente.