POZZUOLI – Una messa in suffragio per chi è stato strappato alla vita dal disastro ambientale della terra dei fuochi. Un momento di preghiera anche per le vittime del ponte Morandi di Genova, del bradisismo e del Vulcano Solfatara. L’iniziativa, promossa da Acli Dicearchia Pozzuoli e dall’Osservatorio per la Tutela dell’Ambiente e della Salute, si terrà domenica 12 settembre nella chiesa dell’Assunta alla darsena di Pozzuoli. A celebrare la messa il parroco don Tonino Russo. Invitato anche il sindaco della città flegrea, Vincenzo Figliolia. Da anni, nel mese di settembre, le due associazioni promuovono una cerimonia eucaristica in occasione dell’anniversario della morte di Lia di Francia, nota come “guerriera” per la sua lotta contro il cancro e i problemi ambientali.

L’INIZIATIVA – Quest’anno è stata scelta la data del 12 settembre, giorno in cui ricorre il quarto anniversario della tragedia delle tre vittime nel Vulcano Solfatara. Al termine della messa, i presidenti delle associazioni Ciro e Giovanna Di Francia illustreranno le motivazioni dell’iniziativa annuale finalizzata a  sensibilizzare l’opinione pubblica e a sollecitare i rappresentanti istituzionali ad affrontare i problemi riguardanti la tutela dell’ambiente e della salute, nonché la valorizzazione del patrimonio storico-artistico-culturale.