di Gennaro Del Giudice

ganasce
Un tipo di ganascia applicata per bloccare la ruota di una vettura

POZZUOLI – Ganasce alle auto in divieto di sosta in aggiunta alle multe per i trasgressori. Si inasprisce la lotta alla sosta selvaggia da parte del comune di Pozzuoli che prende le misure contro un fenomeno che tocca i suoi “picchi” nel fine settimana quando il centro storico, il porto, via Napoli e Arco Felice vengono assediati da ondate di automobili. Il nuovo dispositivo, che entrerà in vigore dal prossimo fine settimana, prevede l’applicazione della classica ganascia blocca ruote, imbracatura d’acciaio che consente il fermo dell’autovettura attraverso il bloccaggio di una delle quattro ruote. La ganascia sarà applicata in alternativa alla rimozione per i veicoli in divieto di sosta che non intralciano il traffico. Pertanto oltre alla sanzione da pagare al comando Vigili o tramite bollettino, il proprietario del veicolo sarà costretto a chiamare gli operatori preposti per lo sblocco della ganascia.

 

Una delle scene di "ordinaria" movida selvaggia a via Napoli
Auto in divieto di sosta a via Napoli (foto repertorio)

AUTO BLOCCATE – Il fermo del veicolo verrà segnalato con un volantino accanto alla multa sul parabrezza anteriore o posteriore, mentre sul finestrino del guidatore sarà applicato un adesivo di colore rosso che avvisa la presenza della ganascia, sulla quale è riportato il numero di telefono della ditta (la RGR 2000 concessionaria del servizio per il comune di Pozzuoli) incaricata per lo sblocco della vettura che può avvenire in qualsiasi momento. L’applicazione delle ganasce rappresenta un deterrente al fenomeno della sosta selvaggia che sembra ormai dilagare nei punti “caldi” della movida puteolana. L’iniziativa, messa in campo dall’amministrazione comunale di Pozzuoli, segue quella adottata negli anni scorsi dalla città di Napoli ed è tra le poche in vigore nelle città della provincia.