POZZUOLI – Dopo 5 giorni la situazione è drammatica. Colpisce l’assenza di un piano traffico, di segnaletica: la viabilità è completamente in ginocchio a causa dell’inizio dei lavori nel tunnel di Arce Felice. È un disastro organizzativo totale, oltre che morale: sono stati 18 mesi di uffici semichiusi e lockdown a singhiozzo, perché non sono stati fatti in quei giorni lavori che non sono legati a una somma urgenza o a un’emergenza improvvisa? Probabilmente anche lo stesso giudizio su Figliolia amministratore va rivisto (e in peggio): lo sfascio della mobilità e della viabilità in questi giorni trascende l’ordinario. È la resa incondizionata alla totale mancanza di un piano (stamane la fila di auto iniziava dalla Sella di Baia). In tutto sono stato contati 4 vigili: due in piazza Aldo Moro e due al bivio nei pressi dell’imbocco del tunnel ad Arco Felice. Nel frattempo la sosta vietata sulla Domiziana crea rallentamenti ulteriori. Insomma un calvario.

I RESPONSABILI – I vari assessori che dovrebbero consigliare il sindaco per fronteggiare questo situazione cosa fanno? Di certo non basta spiegare che l’intervento anti incendio nel tunnel non era rinviabile. Bisognava essere pronti a tamponare la chiusura dell’arteria. Cosa che Figliolia non ha neppure accennato a fare. Ovvio che sia alla fine del suo mandato ma mancano ancora 5 mesi e la città non può rimanere in balia della disorganizzazione degli uffici comunali. E poi chiediamo al sindaco e ai responsabili della città metropolitana: vi rendete conto che in queste ore allucinanti una ambulanza in pronto soccorso impiega almeno il doppio del tempo per intervenire? Siete pronti a sostenere il peso di questa responsabilità anche morale?