L'arresto in via Ovidio
L’arresto in via Ovidio

POZZUOLI – Arresto questa notte nel cuore del Rione Toiano. A finire in manette un 29enne presunto affiliato al clan “Longobardi Beneduce”. Possesso illegale di arma da fuoco e munizioni, nonché detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, i reati contestati ad Angelo Di Domenico, 29 anni, domiciliato in via Ovidio, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo era già sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza e ritenuto affiliato al clan camorristico dei “Longobardi Beneduce”, in manette anche Vincenzo Palumbo, 26 anni incensurato residente del luogo.

L’ARRESTO – I militari della locale stazione, coordinati dal Capitano Elio Norino, hanno perquisito l’abitazione dei due uomini durante i controlli li hanno trovati in possesso di una pistola calibro 9 e 7 cartucce calibro 380, un panetto di hashish del peso di 67,2 grammi e una stecchetta di hashish del peso di 6,6 grammi. L’ingresso nell’appartamento era “protetto” da un sofisticato sistema di videosorveglianza con microcamera, microfono e cavi di collegamento. L’impianto è stato rimosso e sequestrato insieme alla pistola e allo stupefacente. Gli arrestati sono stati tradotti nel carcere di Poggioreale.

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]