POZZUOLI – Presi mentre svaligiavano un’abitazione al confine tra i comuni di Quarto e Pozzuoli. Quattro ladri sono stati arrestati ieri dai carabinieri che sono riusciti anche a recuperare la refurtiva e riconsegnarla ai proprietari. Sono tutti di Portici, 3 dei quali già noti alle forze dell’ordine: Salvatore Nocerino, 47 anni, Salvatore Di Matola, 39 anni, Salvatore Scarano, 40 anni e l’incensurato Tommaso Scognamiglio, 27 anni.

LA CHIAMATA AL 112 – A lanciare l’allarme è stata la vittima, un 52enne di Pozzuoli, avvertito da un vicino di casa che si era insospettito per la presenza di un uomo all’interno di un’auto (una Fiat Panda) parcheggiata nei pressi dell’abitazione. A quel punto è partita la chiamata al 112 e immediatamente sul posto sono giunti i carabinieri della Tenenza di Quarto (diretti dal tenente Leonardo Rosano) che hanno bloccato e perquisito l’uomo nell’auto (Tommaso Scognamiglio) trovandolo in possesso di un piede di porco.
LA CACCIA AL LADRO – Dopo aver fermato il “palo” della banda con il supporto dei colleghi della stazione di Pozzuoli (diretti dal maresciallo Raffaele Martucci) sono stati presi i 3 ladri che nel frattempo si erano intrufolati nella casa dopo aver forzato la porta. Alla vista dei militari i malviventi hanno tentato di guadagnare la fuga dal retro dell’abitazione abbandonando la refurtiva lungo la strada ma sono stati inseguiti nelle campagne, raggiunti e arrestati. La refurtiva, che consiste in un computer portatile e vari oggetti di bigiotteria è stata recuperata e riconsegnata al proprietario. L’auto usata per commettere il delitto è stata sottoposta a sequestro mentre i quattro sono stati condotti nel carcere di Poggioreale.