MonteruscielloPOZZUOLI – E’ rimasto intrappolato in casa per due giorni, senza acqua né cibo, costretto a dormire sul pavimento, impossibilitato a raggiungere il bagno. Un incubo durato 48 ore quello vissuto da un anziano di Pozzuoli, “liberato” questa mattina dai vigili del fuoco che hanno dovuto rimuovere cancellate e finestre per entrare nell’abitazione. Il fatto è accaduto in via Pagano, nel quartiere di Monterusciello. Ad accorgersi della scomparsa è stato un artigiano che lavora in un’officina a pochi metri di distanza da quella casa. L’uomo insospettito dalla sua assenza (che ogni mattina incontrava nel suo locale) si è recato presso la sua abitazione, trovando porte e finestre chiuse. A quel punto ha iniziato a urlare il nome dell’anziano che ha risposto «Sto a terra non riesco a muovermi». In soccorso sono arrivati anche alcuni vicini e passanti che hanno tentato invano di accedere all’abitazione.

I SOCCORSI – Poco dopo le 11.30 sul posto sono giunti i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e una volante della Polizia. I pompieri per raggiungere l’uomo sono stati costretti a rimuovere cancellate e infissi. Una volta dentro hanno trovato l’anziano disteso a terra, con le spalle sul pavimento, il quale ha raccontato di essere in quella posizione da domenica pomeriggio. L’anziano è stato sottoposto alle visite dei sanitari. Le sue condizioni destano preoccupazioni. Simpatico siparietto durante le operazioni di soccorsi: ai vigili del fuoco che tagliavano gli infissi con un flex ha detto: «Vi prego, non fate danni»

LE FOTO