POZZUOLI – Si è svolto ieri, Martedì 3 Luglio, presso la Struttura di Gestione delle Crisi d’Impresa del Ministero dello Sviluppo Economico, l’incontro tra Sindacati, Comdata e Governo per trovare soluzioni alternative alla chiusura dei siti di Pozzuoli e Padova e scongiurare il licenziamento di 264 lavoratori, di cui 63 impiegati nella sede puteolana. Il tavolo di lavoro, presieduto Giorgio Sorial (M5S), incaricato dal Ministro Luigi Di Maio per seguire imprese e crisi aziendali, sembra aver raggiunto risultati positivi che lasciano ben sperare per il prossimo 11 Luglio, termine entro il quale l’Azienda dovrà presentare una nuova proposta.

L’ANNUNCIO – Ad annunciarlo è il Deputato M5S Andrea Caso: «Per la prima volta al Tavolo tecnico c’è stata anche la parte politica, come da nuova disposizione fissata da una circolare di qualche giorno fa del Ministro. Nel corso dell’incontro gli esponenti del M5S hanno mantenuto una posizione ferma nel respingere i licenziamenti del Gruppo sollecitando alternative che mantenessero i posti di lavoro nel sito puteolano, dopo la chiusura della sede di Padova. La posizione iniziale di arroccamento mantenuta dai rappresentanti della Comdata sembrava lasciare poco spazio alla speranza di salvare la sorte dei lavoratori poi, però, è arrivata la schiarita. Siamo soddisfatti dell’intesa raggiunta, Comdata si impegnerà a presentare entro l’11 luglio prossimo alternative ai licenziamenti, trasferendo con ogni probabilità alcune commesse su Pozzuoli».