Pasquale Giacobbe
Pasquale Giacobbe

POZZUOLI – Prosegue la polemica a distanza tra il consigliere regionale Pasquale Giacobbe e il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia. Dopo il botta e risposta di ieri, questo pomeriggio l’ex sindaco ha lanciato nuove accuse all’attuale primo cittadino.

 

LE ACCUSE DI GIACOBBE – «Credo che quando si è chiamati a rappresentare una città, non bisognerebbe mai dimenticare che ci si sveste dal ruolo di politico, per indossare i panni dell’amministratore, che con giudizio ed equità deve appunto amministrare la propria città. L’attuale Sindaco finge di ignorare che quando ci sono indagini in corso è bene non enfatizzare, seppur a malincuore, una tragedia, anche per evitare di rendere più difficile il lavoro degli inquirenti. Ma quando ormai non ero più sindaco, quelle indagini si chiusero – ha proseguito il consigliere regionale Giacobbe – e mi sarei aspettato da chiunque un gesto di affetto in nome della città tutta. Non ho nulla di cui vergognarmi ora come allora. Si vergogni piuttosto chi, ancora oggi, sfugge la normale dialettica politica, tirando fuori norme amministrative in taluni casi inapplicabili per buon senso e rispetto verso il lavoro di altre articolazioni dello Stato. Comprendo di aver tentato di stimolare una riflessione politica, utile alla città per quello che la triste morte di Giuseppe rappresenta, in un ambito dove manca proprio lei: la politica.»

 

Gennaro Del Giudice