ad sidera componentiMONTE DI PROCIDA – Un incontro informale con la stampa dinanzi ad un tè e tanti progetti in cantiere. Annunciano così la nascita di una nuova associazione culturale a Monte di Procida i membri di “Ad Sidera”, in viaggio verso la sconfinata bellezza dei nostri luoghi. Attraverso l’energia propulsiva di giovani amici e l’esperienza professionale dell’ex sindaco Franco Iannuzzi, gli associati mirano a promuovere la cultura in lato sensu, il patrimonio storico-archeologico di cui siamo indiscussi eredi e le arti con una prospettiva multidisciplinare e innovativa.

OFFICINA DI IDEE- «Purtroppo abbiamo notato che, in un epoca dominata dai social network, c’è un vuoto dal punto di vista culturale; di fronte a questa realtà nessuno di noi voleva stare fermo a guardare – ha dichiarato Andrea Borelli, presidente dell’Associazione – ecco che quindi un gruppo di giovani decide di unirsi e creare un motore per portare avanti iniziative di carattere culturale».  Ad Sidera è infatti un’officina di idee: ispirata da una concezione versatile della cultura, intende aprirsi ai più variegati campi tematici, non tralasciando le nostre radici. «E’ importante sottolineare il fatto che cercheremo di svolgere la nostra attività in connessione con il nostro territorio, pieno di ricchezze a volte sconosciute – aggiunge Floriana Schiano Moriello, vicepresidente – possiamo sintetizzare la nostra attività facendo riferimento ad una frase di Fernando Pessoa che è tipicamente conforme all’idea di ‘Ad Sidera’: ‘cultura non è leggere molto, né sapere molto: è conoscere molto’»

L’EX SINDACO – Entusiasta del progetto, l’ex sindaco Franco Iannuzzi, tiene a precisare l’esclusiva finalità culturale di questa associazione: «Sto vivendo una fase nuova della mia vita – spiega Iannuzzi – l’energia di questi ragazzi è per me fonte di ispirazione. Quando mi hanno proposto di collaborare con loro non ho esitato un solo istante ad aggregarmi. Il contributo che potrò apportare sarà certamente legato alla mia esperienza sul campo: conosco il territorio, le sue risorse e l’importanza del coinvolgimento delle istituzioni nelle attività che s’intendono di volta in volta mettere in campo. Insomma, le mie competenze saranno messe interamente al servizio di queste forze giovani ed intraprendenti. E’ una nuova sfida anche per me». L’Associazione si presenterà alla cittadinanza nel mese di gennaio, con il suo primo calendario di eventi.