MONTE DI PROCIDA – Una pasticceria “scambiata” per un minimarket. A seguito di un messaggio inviatoci dalla Pasticceria del Monte, facciamo chiarezza in merito all’attività commerciale ubicata in corso Garibaldi e sequestrata dalla brigata della Guardia di Finanza di Baia e dal personale dell’Asl Napoli 2 Nord la scorsa settimana per vendita di alimenti non conservati secondo normativa vigente e privi delle garanzie igienico-sanitarie necessarie.

banco minimarketL’ASSALTO DEI CLIENTI – Numerosi i clienti che si sono recati nella pasticceria sita a pochi metri dall’attività commerciale sequestrato e chiesto spiegazioni, nonostante sia ben specificato nell’articolo da noi pubblicato il 28 aprile scorso che il negozio costretto a chiudere battenti è un minimarket (esercizio commerciale, perlopiù di generi alimentari e costruito su uno spazio ridotto e con caratteristiche analoghe a quelle dei supermercati), e non un’attività adibita alla vendita di dolci (generalmente con annesso un laboratorio per la loro preparazione). «Mi sono trovata in un forte imbarazzo a causa di un via vai di persone che sono venute a chiedere spiegazioni sul perché ci fosse la foto della mia attività in bella vista – spiega la titolare della Pasticceria – E’ pur vero che nell’articolo è specificato che si tratta di un minimarket, ma visto che si è scelto di scrivere un articolo in merito, è giusto pure che venga fotografata l’attività in questione».

LA FOTO – A trarre in inganno i lettori, come spesso accade quando non ci si sofferma a leggere anche il testo della notizia lanciata sul web, sarebbe stata infatti l’immagine di repertorio utilizzata per l’identificazione dell’arteria ove è avvenuto il blitz dei sanitari e che immortala anche proprio succitata pasticceria. Tranquillizziamo quindi clienti e lettori che la rinomata “Pasticceria del Monte” continua a contraddistinguersi per la bontà e la buona qualità dei suoi prodotti.