MONTE DI PROCIDA –Rischi e pericoli per automobilisti e pedoni che in questi giorni percorrono via Marconi e le strade principali del paese, da Corso Garibaldi a via Principe di Piemonte, nonché Piazza XXVII Gennaio. E se per quest’ultima a partire dalla giornata di ieri i cantieri risultano ben delimitati, non si può dir lo stesso delle altre zone interessate dai lavori, come il tratto di strada che conduce ad Acquamorta e in Corso Garibaldi. Numerosi i cittadini che nelle ultime ore lamentano la mancanza di sicurezza laddove sono aperti i cantieri per i lavori previsti dal Grande Progetto per il “Risanamento ambientale e la valorizzazione dei laghi dei Campi Flegrei”.

lavori 3STRADE BLOCCATE – In via Principe di Piemonte, al danno si è aggiunta poi anche la “beffa”. Percorrendo l’arteria a senso unico di marcia e che dal Cercone conduce verso la località Casevecchie decine di automobilisti si sono ritrovati letteralmente in trappola a causa dell’escavatore in azione che ha bloccato per intero la carreggiata.

lavori 2LE MANCANZE – Un piano di intervento, quello del Grande Progetto che per quanto sia degno di lode, sta arrecando notevoli disagi. Plurime le mancanze: procedurali, di prevenzione e gestione della sicurezza. Questo perché chi si trova, suo malgrado a percorrere le arterie interessate dai lavori è costretto a fare pericolosi slalom tra i mezzi impegnati a lavorare, facendo attenzione ad evitare le pale meccaniche delle scavatrici che nel loro raggio d’azione invadono la carreggiata. Insomma un bel rischio per l’incolumità di automobilisti e pedoni. L’appello che lanciamo è che chi di dovere prenda le dovute precauzioni al fine di evitare il possibile verificarsi di incidenti stradali.