MONTE DI PROCIDA – Potranno rientrare a casa i 13 marittimi italiani bloccati da mesi a bordo di due navi nella rada di Huanghua. Ad annunciarlo è stato ieri il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. A causa di una disputa commerciale tra Cina e Australia che impedisce di sbarcarne il carico e, per la concomitanza della pandemia, i membri degli equipaggi non sono riusciti finora a far rientro nella propria città. Alcuni di loro sono a bordo delle imbarcazioni da più di un anno. Sulle due navi, di proprietà di compagnie di navigazione napoletane, sono imbarcati 13 marittimi di diversi comuni italiani tra cui Napoli, Vico Equense, Sant’Agnello, Procida e Monte di Procida. «Una bellissima notizia per Monte di Procida e per l’Italia intera che aspettavamo da tempo. Un importante risultato raggiunto anche grazie al lavoro fatto in sinergia con altri sindaci delle città di mare – dichiara il sindaco Giuseppe Pugliese – Non vediamo l’ora di rivedervi. Vi aspettiamo».