POZZUOLI – Nonostante la bella giornata di sole anche questa mattina i liquami sono finiti nel Lago Lucrino. Ciò è avvenuto dopo il botta-risposta di ieri tra Pozzuoli e Bacoli che ha incrinato i rapporti tra i due comuni. Da quanto abbiamo documento questa mattina, attraverso le foto che vi alleghiamo, dal canale che si immette in quello che collega il lago con il mare, si sono riversati ancora liquami e schiuma. E l’acqua si è colorata nuovamente di marrone.

LA STORIA DEL LAGO – I mancati interventi a tutela del lago Lucrino rappresentano un problema irrisolto da anni. Fu straordinaria la sommossa delle istituzioni quando l’Elgea acquistò dalla famiglia Schiano il lago Lucrino. “Come può un lago essere privato?”. Alla fine il Tribunale delle acque ha sentenziato che il Lucrino è un lago pubblico. Ebbene il risultato è il totale abbandono. Cosa avrebbe fatto un privato come l’Elgea al cospetto di un disastro naturale di uno scarico fognario che da giorni getta qualsiasi rifiuto nel Lucrino? Immaginiamo avrebbe fatto denunce penali e cause di risarcimento milionario. E qualcuno avrebbe pagato. Cosa fanno ora i comuni e magari anche la Citta metropolitana? Si rimbalzano le colpe. Punto e basta. E intanto ancora nel Lucrino viene scaricato di tutto. Una vergogna. Perché il bene pubblico diventa bene di nessuno come al solito. Sicuro che un privato che per anni non ha fatto speculazioni di alcun tipo nello specchio del Lucrino non avrebbe dato maggiori garanzie di conservazione di questo Pubblico che è responsabile per la sua indifferenza di questa vergogna?