MONTE DI PROCIDA – Oggi 27 gennaio il Comune di Monte di Procida compie 114 anni: in quella data nell’ormai lontano 1907, il re Vittorio Emanuele III firmò il decreto di distacco da Procida, e il Commissario Prefettizio Marchetti annunciò la notizia ai cittadini del nuovo comune. Un’operazione realizzata grazie a Ludovico Quandel che fu tra i principali artefici della dell’autonomia amministrativa di Monte di Procida. Ludovico Quandel, Cavaliere di Merito dell’Ordine costantiniano di San Giorgio, capitano dell’esercito borbonico, combatté per il Regno delle Due Sicilie e fu l’ultimo ad arrendersi a Gaeta. Dopo la resa, non volendosi unire al nuovo esercito del Regno d’Italia, fu imprigionato e dopo la scarcerazione si ritirò a vita privata a Monte di Procida, dove successivamente partecipò alla vita politica del neonato comune.

L’EVENTO – L’anniversario dell’Autonomia comunale sarà ricordato attraverso una diretta Facebook dalla pagina “Comune di Monte di Procida”, sabato 30 gennaio alle ore 19. Nel corso della serata si metterà l’accento sulle tradizioni che la comunità montese ha continuato a condividere, nel corso di oltre un secolo, con l’Isola di Procida e di come la matrice culturale delle due realtà sia ancora la medesima. Il Sindaco Peppe Pugliese accoglierà nel dibattito diversi ospiti tra cui il Sindaco di Procida Dino Ambrosino, e tante voci dagli Stati Uniti con i montesi nel mondo che continuano anche oltreoceano ad encomiare le tradizioni della terra natia. A proposito di tradizioni, nel corso della serata verranno premiati i partecipanti alla seconda edizione del Bando il “Presepe più bello”.