di Violetta Luongo

collage siti
I maggiori siti archeologici dei Campi Flegrei

CAMPI FLEGREI – I Campi Flegrei, territorio ricco di arte e cultura, con siti archeologici da far invidia a molte città, sono esclusi dal più grande concorso fotografico al mondo: “Wiki Loves Monuments”. Dal primo settembre parte la quarta edizione del progetto, promosso dall’associazione Wikimedia Italia, che ha come obiettivo quello di valorizzare e promuovere le bellezze e le meraviglie del territorio italiano. Fotografi professionisti o semplici amatori potranno scattare foto ai monumenti, dall’1 al 30 settembre 2014, caricarle nella sezione dedicata del sito web, incrociare le dita e sperare di vincere. Una lunga e ricca mappa della Penisola, divisa per regioni, sul sito online www.wikilovesmonuments.it offre una variegata gamma dei luoghi storici e paesaggistici da scegliere e immortalare, ma su questa non vi è alcuna traccia dell’area flegrea.

 

NESSUNO SEGNALA I CAMPI FLEGREI – Da Amalfi a Pompei, fino al Cratere degli Astroni e poi nulla più. Ancora una volta un’occasione persa per pubblicizzare il territorio flegreo, attirare visitatori, italiani e stranieri, e sponsorizzare le bellezze del luogo, il tutto accompagnato dalla possibilità di vincere premi. Sul sito web è anche prevista un’area in cui “segnalare” un sito archeologico così da farlo rientrare nella categoria, peccato che nessuno ci abbia mai pensato.

 

8 MILA FOTO NELL’ULTIMA EDIZIONE – Un concorso dei più importanti come testimoniato dal Guinness Record Book: solo nell’ultima edizione nazionale, ha raccolto oltre 8mila foto di monumenti e la partecipazione di più di 200 tra enti e istituzioni e a livello mondiale la partecipazione di ben 32 nazioni di 5 continenti.