di Antonio Carnevale

Pochi secondi dopo il cedimento della passerella
Pochi secondi dopo il cedimento della passerella

POZZUOLI/CAPRI – Attimi di paura nel porto di Capri all’arrivo del traghetto Myriam della compagnia Gestur proveniente da Pozzuoli. Al momento dell’attracco tre persone, di cui una giovane di 13 anni, vedono cedere sotto i propri piedi la passerella per sbarcare e rimangono ferite, per fortuna senza gravi conseguenze.

 

LO SPAVENTO– Il fatto è avvenuto in tarda mattinata presso il molo Banchinella a Marina Grande. I passeggeri, intenti nello scendere, vengono “traditi” dalla struttura che tutto ad un tratto cede e finiscono sulla pedana sottostante. Protagonisti della sventura tre persone dello stesso nucleo familiare. Immediato è stato l’intervento del personale di bordo e del 118 che ha poi trasportato padre, madre e figlia al pronto soccorso dell’ospedale di Capilupi. Piccole escoriazioni per i genitori, mentre per la 13enne una contusione alla gamba destra.

 

OLTRE IL DANNO LA BEFFA– Subito dopo l’incidente, pronto è stato l’intervento degli uomini della Capitaneria di porto di Capri, guidata dal comandante Dario Gerardi che ha avviato un’ indagine per fare luce sulla dinamica dei fatti ed appurare eventuali colpe. Dopo l’incidente si sono registrati particolari disagi per il resto dei passeggeri, come nel caso della minicrociera con destinazione Amalfi e Positano, che è stata di conseguenza  annullata in virtù dell’inutilizzabilità del mezzo. Al rientro a Pozzuoli intorno alle ore 19, reso possibile da un natante di altra compagnia, da registrare le proteste dei malcapitati utenti.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]