POZZUOLI«Per me è un onore allenare Pozzuoli, nella mia città dove ho mosso i primi passi da atleta e dove ho debuttato in serie A2 a 16 anni». Non nasconde la propria emozione Valerio Spinelli, da ieri primo allenatore della Virtus Pozzuoli Basket. Dopo una carriera ad alti livelli, in giro per le maggiori piazze cestistiche di serie A, Valerio fa ritorno nella sua casa madre. «Qui ritrovo Fulvio Palumbo, all’epoca mio allenatore oggi presidente. Già a fine carriera mi fu chiesto di giocare a Pozzuoli ma non me la sentii per motivi fisici. -racconta- Dopo aver fatto da assistente l’anno scorso, quest’anno sono pronto per guidare la squadra. Ambizioni? Vediamo il mercato cosa ci riserverà. Non vogliamo ripetere l’annata scorsa, aspiriamo a una salvezza tranquilla per poi guardare in alto.»

L’ADDIO – Valerio Spinelli prende il posto di Mariano Gentile che lascia la panchina gialloblù dopo due stagioni. La Virtus Pozzuoli ha risolto in maniera consensuale il rapporto con il tecnico che ha conquistato la salvezza nell’ultimo anno. La guida tecnica della prima squadra è stata affidata a Valerio Spinelli, che nell’ultima stagione ha svolto il ruolo di assistente del tecnico Mariano Gentile. «Spinelli ha tantissima esperienza accumulata negli anni come giocatore visti i suoi trascorsi in serie A e conosce bene l’ambiente puteolano – ha dichiarato Fulvio Palumbo, direttore dell’area tecnica del club flegreo -. La società ripone grande fiducia in lui e nel suo operato, come ha già dimostrato nel campionato appena trascorso dove ha spesso dispensato consigli a tutti i giocatori vestendo il ruolo di assistente. Insieme a lui inizieremo a costruire il roster per la prossima stagione».