GIUGLIANO – I carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania hanno tratto in arresto per maltrattamenti e atti persecutori un 44enne di Marano di Napoli già noto alle forze dell’ordine, dando esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli nord. Le indagini dei carabinieri della stazione di Giugliano sono iniziate dopo la denuncia sporta dall’ex compagna dell’uomo.

LE VIOLENZE – Quando la donna gli aveva manifestato l’intenzione di interrompere la convivenza, nel dicembre 2016, aveva cominciato a vessarla e tormentarla: ingiurie, percosse e minacce. Anche i figli, una bimba di 9 anni e un bambino di 5, erano sue vittime: in un’occasione li ha strattonati e scaraventati sul divano; la piccola veniva insultata, il bambino si è visto i giocattoli tutti rotti. Terrore in casa, fin quando la donna si è decisa ad andar via per vivere dai genitori. Lui non ha comunque mollato la presa, continuando a tempestarla di telefonate piene di insulti e minacce. Solo la denuncia ha permesso di avviare le indagini e adottare i provvedimenti di legge. Adesso l’uomo è in carcere.