L'uomo aveva cosparso con liquido infiammabile moglie e figlia
L’uomo aveva cosparso con liquido infiammabile moglie e figlia

SANT’ANTIMO – Cosparge di liquido infiammabile moglie e figlia e tenta di colpirle con un coltellaccio da cucina. Attimi di autentica e inaudita follia a Sant’Antimo dove i carabinieri della tenenza di Sant’Antimo hanno arrestato, per tentato omicidio, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali un 51enne del posto. I militari, allertati da una richiesta d’aiuto pervenuta al 112, sono intervenuti e hanno bloccato l’uomo presso la sua abitazione subito dopo che lo stesso per futili motivi aveva cosparso di liquido infiammabile la figlia di 9 anni e la moglie 45enne, tentando anche di colpirle un grosso coltello da cucina. I carabinieri hanno accertato che analoghi episodi di violenza si ripetono da diversi anni. La moglie ha riportato dei graffi al braccio sinistro ed è stata giudicata guaribile in 1 giorno. Sul posto sono stati rinvenuti e sequestrati il coltello con una lama di 20 centimetri e il contenitore del liquido infiammabile. L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.