QUALIANO – I carabinieri della stazione di Qualiano hanno arrestato per combustione illecita di rifiuti un 30enne del posto. L’uomo, un imprenditore agricolo, è stato sorpreso in via Ripuaria all’interno di un fondo di sua proprietà mentre dava alle fiamme tubi in plastica utilizzati per l’irrigazione dei campi. I militari, attirati da una colonna di fumo nero visibile a chilometri di distanza, sono immediatamente intervenuti trovando l’uomo che provava a governare le fiamme di un cumulo di plastica sistemato all’interno di una vasca da bagno. Sul posto sono stati rinvenuti altri mucchi di tubi, per 300 chili di materiale, smaltiti verosimilmente allo stesso modo. Dopo aver domato l’incendio con mezzi di fortuna, i militari hanno sequestrato l’intero agro. Il 30enne, invece, è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.