Immagine di repertorio

BACOLI – Disattendeva ai propri obblighi di lavoro per il Comune, ma incassava comunque l’assegno dell’Inps. Un lavoratore socialmente utile di Bacoli è finito nei guai: non sarà più pagato. Lo annuncia il sindaco della città, Josi Gerardo Della Ragione: «Lo abbiamo più volte richiamato. Niente da fare. Sebbene stessimo parlando di un impiego pari ad appena venti ore alla settimana. Abbiamo quindi provveduto a denunciare l’inqualificabile atteggiamento. Bisogna smetterla di pensare che lo Stato sia l’albero della cuccagna, dove ognuno fa ciò che gli pare. Il servizio pubblico è un servizio sacro. E chi ha l’onore di svolgerlo, in ogni sua forma, deve farlo con senso del rigore». Il primo cittadino annuncia un pugno duro verso chi offende, con la propria inerzia, con la propria inefficienza, la città e la pubblica amministrazione: «Bacoli non è il paese dei balocchi. Non molleremo di un centimetro».