BACOLI – Sotto chiave le attrezzature balneari utilizzate da un 44enne di Mugnano che occupava abusivamente un’area demaniale marittima, esercitando di fatto attività di noleggio di lettini e sedie. L’uomo è stato denunciato e lo stabilimento balneare è stato sequestrato. Questo il bilancio dell’operazione messa a segno dal Gruppo della Guardia di Finanza di Giugliano sul litorale di Bacoli. In particolare, le Fiamme Gialle della Tenenza di Baia, nel corso di un accesso ispettivo in località Spiagge Romane, hanno riscontrato che lo stabilimento balneare stesse operando senza alcun tipo di autorizzazione e concessione e hanno provveduto a sottoporre a sequestro 47 ombrelloni e 63 lettini. Il titolare del lido è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria e dovrà rispondere di occupazione abusiva di spazio demaniale, ai sensi del Codice della Navigazione, mentre sono in corso approfondimenti per valutare l’entità dell’evasione fiscale.

L’OPERAZIONE – L’intervento, che rientra nell’ambito dell’intensificazione dell’azione di contrasto all’economia illegale e sommersa durante la stagione estiva, testimonia l’impegno della Guardia di Finanza nell’arginare comportamenti illeciti sull’utilizzo del pubblico demanio marittimo. Un fenomeno che rischia di creare situazioni di sopruso su alcuni cittadini e bagnanti costituendo, altresì, una forma di concorrenza sleale nei confronti degli operatori del settore che rispettano le regole.