piccole olimpiadi 1
Il sindaco durante il saluto ai partecipanti delle Olimpiadi del patrimonio

BACOLI – Oltre 400 studenti hanno preso parte alle “Olimpiadi del Patrimonio” a Bacoli, producendo sul  tema “L’Identità della mia città. Conoscere per tutelare e valorizzare il nostro patrimonio”. Le piccole Olimpiadi, giunte alla seconda edizione, sono un concorso a premi indetto dall’Amministrazione Comunale per l’anno scolastico 2013-14, rivolto agli studenti delle classi IV e V della scuola primaria e alle classi I e II della scuola secondaria di primo grado e da questa edizione anche aperto agli studenti del Liceo di Bacoli. Grande è stata la partecipazione da parte di studenti, insegnanti e genitori che mercoledì hanno affollato la sala “Ostrichina” del Complesso Borbonico del Fusaro dove il Sindaco Ermanno Schiano e l’Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Flavia Guardascione hanno premiato i partecipanti.

 

LA MISSION – «E’ doveroso coinvolgere i nostri giovani sulle tematiche inerenti il territorio – afferma il Sindaco Ermanno Schiano – Perché è proprio attraverso la sensibilizzazione al patrimonio culturale della città e la creazione di un’identità territoriale che si aumenta la coesione sociale e si costruisce un futuro all’insegna dello sviluppo sostenibile». Il concorso, che  si configura come progetto extracurriculare, intende diffondere negli studenti del territorio il rispetto, l’amore e la cura dell’immenso e inestimabile patrimonio della città di Bacoli. Gli studenti nei mesi scorsi sono stati impegnati a raccogliere dati sul patrimonio, consultando testi, visitando i luoghi, facendo interviste, documentandosi attraverso la ricerca-azione; in seguito hanno realizzato un elaborato multimediale su un argomento da loro scelto sul patrimonio, inteso nel senso più lato e aperto possibile (monumenti, siti archeologici, musei, flora, fauna, paesaggio, natura, risorse geologiche ecc.). «Questa seconda edizione ha registrato un’ampia partecipazione con lavori brillanti per originalità, contenuti e metodo di ricerca» ha aggiunto l’assessore Flavia Guardascione.

 

I PREMI – Il risultato, oltre ogni aspettativa, si è configurato in un’ampia partecipazione degli studenti e in una eterogeneità di lavori ( presentazioni Power Point, cortometraggi, siti web, Tg, brochure informative, ecc.) in gran parte lodevoli e meritevoli di attenzione. Come da regolamento, approvato con deliberazione di Giunta Comunale, ai vincitori sono andati premi che consistono in buoni acquisto di materiale didattico, così distinti: per i primi classificati un buono da 150 euro; per i secondi un buono da 100 euro; per i terzi un buono da 50 euro. Infine, medaglie con logo personalizzato per tutti i partecipanti.