Porte aperte al Conte e pubblico delle grandi occasioni
Porte aperte al Conte e pubblico delle grandi occasioni

di Angelo Greco

POZZUOLI – Ancora una volta il destino della Puteolana si decide all’ultima giornata, l’avversario di turno è il Brindisi ed ancora una volta a chiedere qualcosa a questa partita è solo la Puteolana. Tante similitudini rispetto allo scorso anno nella gara che si giocherà domenica al Conte, ma anche molte differenze:  questa volta i “Diavoli Rossi” non sono alla ricerca della salvezza diretta ma della possibilità di disputare il play out in casa, a differenza dello scorso anno quando i destini granata vennero decisi in terra pugliese.

 

OBIETTIVO METAPONTINO – Vincere è l’obiettivo degli uomini di Potenza che però, se il Taranto dovesse battere il Real Metapontino, potrebbero accontentarsi anche del pareggio. L’obiettivo minimo di fine stagione è davvero vicino, basta allungare la mano e prenderselo. Potenza dal canto suo avrà solo l’imbarazzo della scelta, con il ritorno di tutti gli squalificati e gli infortunati, eccezion fatta per Pignalosa che è stato appiedato dal giudice sportivo. Formazione classica per il mister napoletano che potrebbe trovare un posto sulla linea dei trequartisti alle spalle di Pastore a Manco, goleador nell’ultimo match contro i corallini. Importante sarà il ritorno di Salvati in termini di carisma e pericolosità. Il “6” granata infatti non solo dà sicurezza ai suoi compagni ma è un costante pericolo dai calci piazzati.

 

LA SPINTA DEL CONTE – Come ormai consuetudine le porte del Conte saranno aperte a tutti i tifosi granata, che potrebbero essere il dodicesimo uomo in campo. Una spinta che i granata vogliono assicurarsi anche per il play out, per questo scavalcare il Real Metapontino è essenziale nella rincorsa alla salvezza. Al fischio finale di domani si saprà quante reali possibilità ha la Puteolana di restare in serie D alla fine di questa travagliata stagione.